Cod: 256883
Coppia di dipinti antichi cornici coeve in bronzo dorato firmati"Lieve du Morvain"1847
Epoca: Ottocento

Descrizione: Coppia di dipinti a sfondo religioso raffiguranti la " Maddalena penitente" e " Madonna con Bambino" di Lieve du Morvain, opere firmate e datate entrambe in basso a sinistra, olio su avorio.

La Maddalena è datata 1847 ed è ritratta nel suo pentimento in ossequiosa devozione, con mani giunte al petto e sguardo
languido e fervente, con i lunghissimi capelli rossi, ondulati e setosi. Intorno a lei il pittore scegli di ritrarre il nulla, il nudo buio di una stanza la isola e la avvolge nella mistico strazio, concentrando lo guardo dello spettatore solo sulla sua fisicità della Santa.

La fortuna iconografica della Maddalena Penitente soprattutto a partire dal Rinascimento ha un antesignano iconografico abbastanza chiaro ed è la Maddalena Penitente di Tiziano di Firenze o la stessa del Tiziano conservata al museo di Capodimonte di Napoli, momento in cui la Santa viene quasi sempre ritratta a seno nudo, con lunghi e sensuali capelli e giovane e luminosa carnagione, un’immagine che sembra destinata più al godimento degli occhi che al fervore devozionale. 

Divenne nell'immaginario collettivo peccatrice e nello stesso tempo penitente, prostituta e nello stesso tempo santa,
la sua aura vive nell’ambivalenza di sacro e profano, in un equilibrio mutevole  tra la sensualità della peccatrice e la sua ascesi spirituale nel pentimento. Tutto ciò lo rintracciamo in questo capolavoro di Lieve du Murvain.

Anche la Madonna con il Bambino, datata al 1848, trova possibili prodromi nella pittura italiana cinquecentesca e sicuramente è ispirata a modelli tizianeschi, di cui probabilmente Lieve du Murvain era a conoscenza. La Vergine è abbigliata qui secondo i colori che l'iconografia canonica le attribuisce, ovvero il blu e del rosa, colta nel momento in cui avvolge il Bambino nel candore del panno di lino caricando l'icona religiosa di valori umani e universali, propri di qualsiasi madre verso il figlio. Anche qui la scena viene nettamente stagliata dal fondo quasi monocromo mentre un commovente rotolo di lino fa sua dignitosa comparsa sopra il ripiano ove si scorge la firma e la data dell'artista. 

Insolita la scelta del supporto in avorio cosi come la scelta del materiale delle belle cornici coeve realizzate in bronzo cesellato e dorato. Le cornici sono degne di menzione essendo caratterizzate da un'elaborata lavorazione di cesellatura.

Provenienza: Francia (1847)

Misure: 27x30cm.

Documenti: Certificato di Autenticità.

Assistenza: Siamo a vostra disposizione per ulteriori chiarimenti o particolari fotografici 

Spedizioni: In tutta Italia Europa e Resto del Mondo a prezzi molto contenuti in massima sicurezza e tracciabile. La spedizione sarà concordata privatamente e non sarà di costo elevato. 

Vi auguriamo una Buona Giornata.

Borrelli Antichità.